Avere culo nella sfiga.

Sì devo dire che io sono abbastanza sfigata, ma nella sfiga ho sempre culo!

Me ne succedono sempre di mille colori ma alla fine riesco (quasi) sempre a uscirne pulita!

Ieri per esempio, esco con M., prendo io la macchina. Una volta parcheggiata la chiudo e mi metto la chiave nella tasca del giubbotto, che è grande profonda ed è fatta in modo che una volta che è infondo è alquanto difficile che esca. 

Facciamo i nostri giri in centro, poi verso le 6 decidiamo di andare a fare ape che poi alle 8 andavamo al cine. Andando verso la macchina faccio per prendere le chiavi della macchina. Le chiavi non ci sono più! Frugo in tutte e due le tasche, frugo in borsa, niente sparite! Allora ripecorriamo tutte le strade che avevamo fatto, anche se ero sicura che non mi fossero cadute per strada dato che non avevo più tirato fuori nulla dalle tasche. Gli unici posti dove poteva essere caduta era vicino alla macchina quando le ho messe in tasca e quando andando verso la macchina ho tirato fuori la roba dalle tasche per cercarle! Infatti non le abbiamo trovate da nessuna parte!

Alla fine arresi, chiamo mia mamma le chiedo di portarmi le chiavi di scorta, e ci andiamo a fare l’ape da un altra parte, aspettando che mi mamma mi porti le chiavi.

Usciti dal cinema andiamo in macchina. Il vetro era un po’ appannato perciò prima di partire, oltre ad attaccare lo spannatore mi viene da darli un colpo di tergicristalli. Vedo volare qualcosa in aria. Le CHIAVI! 

Insomma qualcuno me le aveva trovate per terra e me le aveva messe sui tergicristalli, graziegrazigrazieee!! Se non è questo avere culo….!!

MN

Annunci

Post.capodanno

Alla fine è arrivato anche capodanno e mi ha deluso come ogni anno..

Con questo capodanno ho capito che come si sta bene io e M. e basta non ce n’è! Perciò il prossimo anno ce lo facciamo io e lui che le migliori serate le abbiamo passate soli!

Allora prima cosa due giorni prima di capodanno la mia amica I. che doveva venire a Milano con noi si è sentita male e fino all’ultimo si è avuto il dubbio che non venisse. Poi in realtà già prima avevamo avuto dei casini per organizzarci perché io e M. avevamo una certa idea e lei e A. (il suo ragazzo) ne avevano un altra, quindi probabilmente già da lì dovevamo abbandonare l’idea di fare capodanno assieme ma vabbé!

La mia idea di capodanno era cucinare, divertendosi tante schifezzuole tanti spizzichi…e poi prepararsi e godersi tutte le schifezze con calma e tranquillità…invece la cucina è stato un tour de force fino circa alle 7, che abbiamo fatto aperitivo una mezz’oretta….e poi ci siamo vestite sempre di corsa….per cucinare la pasta…alle 8 iniziavamo il cenone che abbiamo finito alle 8e30 circa!! Con la I. insoddisfatta di quasi tutto quello che avevamo cucinato e che mi dice «vedi che avevo ragione io che dovevamo fare un primo e un secondo e basta?»….bah….se facevi tutto con più serenità e senza fretta forse non ti pesava così tanto…ma forse son io che mi piace cucinare e mi piace mangiare..cioè io aperitivo l’avrei anche fatto più tardi…tanto è capodanno!!

Vabbè….comunque sia….
Poi durante la cena I. dichiara «ah io vi avverto, io ho paura dei botti, infatti spero che non ne tirino molti..” allora…sei a Milano, a capodanno, secondo te? è davvero possibile che non ne tirino molti? lo pensi davvero? hai paura dei botti e vuoi fare capodanno in una grande città? Bo!
Comunque sia io ho pensato che in Colonne (dove io avevo intenzione di passare la serat) alla fin fine secondo me la gente ci sarebbe andata più per bere che tirare i botti e quindi ero abbastanza scialla…

Ci prepariamo per uscire circa alle 9.30, alle 10 stavamo uscendo per andare in centro. Arriviamo in Duomo verso le 10.30 un casino della madonna ovviamente! Io volevo andare diretta verso le colonne che tanto visto che I. aveva paura dei botti era inutile stare lì! Già usciti dalla metro aveva due occhi di terrore tremendi, però i ragazzi volevano fare un giretto per la galleria che è tutta bella illuminata e ho pensato che alla fin fine là sotto nessuno avrebbe tirato i botti che quelli che volevano tirare i botti stavano al centro della piazza….grave errore!! Alla fine I. era totalmente in panico, decidiamo di riattraversare piazza duomo da sotto attraverso la metro, ma la stavano chiudendo a causa dei botti… -.-” quindi siamo dovuti passare dietro il Duomo in una strada che sapevo più o meno dov’era, una volta c’ho preso un bus, ma da lì io non sapevo tornare verso via torino e di conseguenza in colonne! Quindi ci siamo messi lì con l’iphone per cercare di capire come arrivare in Colonne, I. nonostante fossimo in una via larga, illuminata e fossimo con due uomini continuava a guardarsi intorno come se dovesse spuntare fuori qualcuno per stuprarla e guardava male qualsiasi persona “strana” passasse..alla fine arriviamo in Colonne ed era tutto chiuso! Non ci credo! A parte che anche lì per I. c’era gente strana, mentre bo a me sembravano più che normali. 

A quel punto decidiamo di andare verso i navigli e ci infiliamo nel primo pub aperto che troviamo! Sono le 11.40, I. sempre piuttosto chiusa, che si guardava intorno come se la gente dovesse derubarla o stuprarla da un momento all’altro. Una volta seduti mi fa: «Ma allora la mezzanotte la facciamo qua?» con un tono del tipo..”ma che squallore!”, al ché le dico «I, io pensavo di farla in piazza ma se tu hai paura dei botti non so dove andare» bah! non capisco! alla fin fine fra tutti eravamo così chiusi che neanche quel Long Island strapeso è riuscito a farmi effetto, ed è il 4° capodanno di fila che mi faccio completamente sobria! -.-” Che balle, neanche un po’ alticcia, giusto un po’ all’inizio e poi come sempre passa e non risale più! 

Alle 2.30 eravamo a letto…tanto eravamo tutti scarichi..la mattina dopo non ricordo se a colazione o a pranzo che ancora diceva che era avanzato troppe robe, che non erano venute bene o altre cose, mi fa di nuovo «vedi che era meglio se facevamo come dicevo io!» al ché mi son stufata e le ho detto «ma veramente I. è che io volevo proprio farlo così, io un primo e un secondo lo mangio normalmente, io volevo proprio cucinare tante schifezze….da spiluccare in tranquillità»

No no il prossimo anno, io e M. e basta! che insieme ci divertiamo da morire anche da soli, anche non facendo niente, anche se stiamo in casa, basta che siamo insieme e ci sappiamo divertire da morire! ❤ ❤

Comunque sia Buon Anno a tutti!

MN.

Buon quasi-Natale a (quasi) tutti!

Oddeo sono quasi arrivata infondo a questo Natale! Oggi è stata una giornata estenuante! Non ho avuto un attimo di pace, ho avuto così tante cose da fare che non ho avuto manco il tempo di pranzare! Da stamattina alle 8.30 fino alle 16.30 non mi son fermata un attimo!

Stamattina appena alzata mi sono per prima cosa messa un impacco ai capelli di olio, miele e yogurt (ora ho i capelli così morbidi che sembrano seta!), poi ho preparato i pancake e quindi la colazione per tutti, ho sparecchiato tutto e pulito tutto, mi son messa a fare i biscotti per M., poi ho fatto i biscotti al burro di arachidi, poi ho pulito tutta la cucina, passato l’aspirapolvere e passato lo straccio, poi mi son fatta una doccia, poi ho dovuto fare i pacchetti di mia mamma (che io come una cretina mi ero offerta di farle!) e infine alle 4.30 son potuta andare finalmente da M. a scambiarci i regali e rilassarmi un po’! Son stata così impegnata che non ho avuto manco il tempo di fare qualche foto mentre preparavo i biscotti da postare, questa è l’unica che ho, e fatta dall’ipod poco fa perché la mia bellissima macchina fotografica ce l’ha mia mamma, tra l’altro spero per lei che non l’abbia dimenticata in giro per qualche casa di parente, se no stasera la spedisco a calci in culo a riprenderla!
Immagine

Comunque son riuscita a fare tutto, le tartine son pronte in frigo che aspettano solo di essere completate con la panna, i marshmallow non sono venuti e vabbé immaginavo, i penaut butter aspettano di essere assaggiati, rimangono solo i pretzel da fare anche se di pretzel ne son rimasti ben pochi grazie al mio patrigno e mia sorella che hanno ben pensato di aprirli e mangiarseli quasi tutti (e a quel punto ho rincarato anche io un po’ la dose! :p )!! Poi non ero riuscita manco a trovare le praline rosse e/o verdi perciò…penso che soprassederò!

MN
p.s. i regali di M. sono bellissimi appena posso posto una loro foto! ❤

Ieri io e M. abbiamo deciso che il prossimo anno ci trasferiremo ad Amsterdam. Io a fare la specialistica e lui a lavorare. Avremo sicuramente bisogno di un piano su come muoverci e anche di un piano B; “è sempre bene tenersi più strade aperte possibili” (cit.).

In ogni caso siamo pronti a tutto, anche ad abitare in una casa vuota con (a parte cucina e bagno che sono indispensabili) giusto un materasso con due cuscini e un tavolo con due sedie! Perché tanto se si aspetta di avere le condizioni per arrivare là già col culo parato (o mezzo parato) non si va da nessuna parte!

Intanto, aspettando di iniziare pianificare ben bene [cosa che sarà fatta a breve!], ho iniziato a guardare un po’ qualche università ad Amsterdam e d’intorni che abbia qualche master interessante.
Per ora mi hanno colpito la Hogeschool voor de Kunsten e la Sandberg. La prima è una scuola d’arte, in cui c’è un Master in Design diviso poi a sua volta in vari rami, probabilmente io farei editoria, anche se mi sembra molto difficile entrarci e poi sarebbe a Utrecht. La Sandberg invece è un prestigioso istituto d’arte che quest’anno ha vinto il Be Open Award, forse questa mi ispira più della prima ma come ho detto prima bisogna tenersi più strade aperte.  Però devo informarmi un po’ meglio, vorrei capire bene come si svolgono le lezioni, cosa effettivamente si fa e anche come vengono svolte le prove d’esame. E come si viene ammessi e dove si trovano…….

Insomma c’è un sacco di lavoro da fare! Perciò bisogna organizzare bene tutto quello che c’è da fare.
Per ora siamo solo sicuri che la FASE 1 verterà principalmente su due punti:

  • informarsi sulle scuole
  • dare una rispolverata al nostro inglese

Stay tuned, I’m gonna keep you posted!

MN