Fuga o famiglia?

Vorrei crescere, andarmene di qua. Scappare da questo paese che non mi piace. E che non credo che cambierà mai.

Poi mi chiedo se ce la farò? Se riuscirò davvero a trovare un lavoro all’estero in un paese che non parlano la mia lingua?

Poi penso a quello che mi lascerei dietro e mi chiedo se ce la farò a lasciarlo andare. La mia famiglia: i miei nonni che stanno lentamente invecchiando, la mia mammina con le sue crisi isteriche, mia sorella che diventerà adolescente (e darà del filo da torcere a mia mamma), le cene/pranzi di famiglia, i miei zii, mio papà con cui ho già un rapporto difficile. Che ne sarà di loro se me ne vado dall’altra parte del globo? Riuscirei davvero a separarmi così dalla mia famiglia? Da quelle persone che devo ringraziarmi per avermi resa quella che sono?

Io non mi sento di appartenere a questo paese, ma alla mia famiglia sì. Come si fanno a combaciare le due cose? È meglio stare con la propria famiglia in una realtà che non ti appartiene o rinunciarvi per un posto più “familiare”?

Magari crescendo si cambia prospettiva….per fortuna ho ancora tempo per darmi queste risposte e prendere le mie scelte….nell’attesa mi godo il mio presente…

MN

Annunci

Per quell’estate del ’96.

E guarderò le fotografie, di un inverno che non
volevo finisse mai, finisse mai
e giocherò con nostalgie, e troverai tra le mie bugie
verità, verità, verità.

A volte vorrei tornare a quando avevo 6 anni, quando la mia vita non era ancora stata segnata e avevo ancora mille possibilità aperte. Quando ancora non sapevo nulla. Quando tutto era possibile.
Da quel 1996 la mia vita si è messa in moto ed è stato come vedere scivolare una pallina su un piano inclinato, ma non poterla fermare.

Ora io sono qui per quel 1996.
E nonostante tutto, forse, dovrei dire…grazie..

My past life…

Oggi ho preso tutte le foto che avevo sul muro e ci ho fatto un bel collage!

Perché? Perché non le ho semplicemente buttate via nella carta straccia?

Perché non importa per me quanto una cosa sia vecchia o inutile, posso mettere alcune cose vie, metterle in fondo a un armadio e non pensarci più (o quasi), romperle, ma IO NON BUTTO VIA NIENTE! Sopratutto se ho un legame particolare…

Queste foto rappresentano una mia vita passata e in quanto tali non me la sentivo di buttarle semplicemente nel cestino come una cartaccia qualsiasi. Questo è quello che ero ed è quello che mi ha portato a essere quello che sono ora. Per quanto sia passato sarà sempre parte di me.

Immagine