Anche i sogni hanno la morale…

Scappa, scappa, scappa più veloce che puoi.

La principessa era appena evacuata dalla prigione dove era finita per troppa bramosia.

Tutto era iniziato quando aveva scoperto del tesoro della sua famiglia nascosto in giro per la città. Da quel momento in poi il suo unico desiderio era stato impossessarsi di questo tesoro.

Ovviamente non era l’unica a conoscenza di questo tesoro e molti altri lo cercavano e la ostacolavano nella sua ricerca, quando lei beccò in flagrante un tizio che le aveva rubato uno strumento per intranciarla quello fu il momento che la fregò e la fece finire in prigione.

Si ricordava di essere scesa dalla macchina e di essere corsa verso il tizio cercando di riprendersi il proprio strumento, ma questo l’aveva lanciato via ed era finito in mano a un bimbo che lei prontamente si mise a rincorrere. Quando l’ebbe raggiunto non fu così facile strapparglielo di mano, ma quando il bimbo la chiamò “principessa viziata” lei gli tirò un ceffone che lo fece cadere a terra.

Dopo ciò lo aiutò ad alzarsi e lo accompagnò a casa. E gli raccontò la sua storia e lui le raccontò la sua.

Lei non cercava il tesoro per sé, ma perché con quel tesoro voleva rendere il mondo un posto migliore.E quando sentì la storia del bimbo, gli promise che non appena avrebbe finito la ricerca avrebbe dato un ottima somma di denaro alla sua famiglia.

Ma ora che era finita in prigione si chideva: «Come farò ad aiutarlo?»

Morale del sogno: non tutto è sempre come sembra, la principessa sembrava tanto cattiva e avara e invece poi voleva solo aiutare il mondo ed era solo pronta a tutto per farlo.

MN

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...