Narrare un quadrato…

quadrato

Questo è il compito che ci è stato dato dal nostro visionario professore di Storytelling, Pinardi, per la prossima lezione fra due settimane.

Ora, io, cosa gli porto fra due settimane?
Ok va bene ho ben due settimane di tempo per pensarci, ma non ho solo questo da fare! Devo fare altre 3 esercitazioni! -.-
Poi non ci ha dato assolutamente nessuno altro dettaglio. Anzi, non l’ha nemmeno chiamato quadrato perché ha detto che definirlo quadrato sarebbe già porre dei limiti.
Gli unici limiti sono i 12 elementi che definiscono una narrazione:
deve avere un committente (in questo caso il professore) che incarica il narratore di stabilire un patto fiduciario con il narratario, assunto un determinato sistema di segni, per raccontare una storia (fabula), in cui ci sono due (o più) contendenti in conflitto, con un certo intreccio e con una tecnica narrativa stabilita utilizzando un certo medium narrativo e entro i limiti della cornice narrativa!
OMG non so se uscirò viva!

MN

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Narrare un quadrato…

  1. Neanche Pinardi saprebbe svolgere l’esercizio che ci ha assegnato con le poche (confusissime) info che ci ha dato.
    Per la serie “Maiocchi: il Ritorno”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...