È nata una nuova lettrice!

Oggi è successo un miracolo! Dopo anni (da quando è nata, quindi 6 anni e 3/4!) sono riuscita a far appassionare mia sorella alla lettura!!

Da quando ha avuto un età sufficiente per capire le storie io e mia mamma abbiamo provato a leggerle storie ma di tutti i libri che le abbiamo letto gliene saranno piaciuti un paio soli!!
Poi ha imparato a leggere da sola. Ma è SUPER pigra e l’idea di leggersi una sola pagina intera le fa venire l’orticaria, figuriamoci un libro intero!
Avevo provato a comprarle un libro di varie storie brevissime (max 2 pag.), ma niente non c’era stato verso di farle provare a leggere! Si è sempre rifiutata categoricamente!

Oggi uscita dall’estetista dovevo andare a comprare un regalo per una sua amichetta che oggi è il compleanno e son andata in libreria a vedere se trovavo qualche libro simpatico. Entrata mi son venuti in mente i libri del Dr. Seuss. Ho chiesto e mi son subito recata nel reparto. Mi son messa a guardare cosa c’era di interessante. Come sempre i libri del Dr. Seuss sono splendidi ne ho subito scelto uno, poi però dato che non mi piace fare delle scelte affrettate (a meno che non me ne freghi proprio un emerito tubo!) mi son messa a spulciare gli altri libri a vedere se c’era qualcos’altro che potesse piacere di più a questi bimbi moderni (che però non fosse troppo stupido e vuoto).

Ad un certo punto mi è saltato all’occhio questo titolo “Viva la scuola!”. E di che parla questo?? Inizio a sfogliare e vedo una bella storia su una bimba che non vuole andare a scuola (mia sorella!), scritto tutto in maiuscolo (quindi più facile da leggere) e con una sola frase per pagina! Mi son detta perfetto per mia sorella!
C’ho un po’ riflettuto perché non si sa mai con mia sorella e non mi piace fare spese avventate. Alla fine ho deciso di prenderglielo.

Arrivata a casa, trovo mia sorella da poco tornata da scuola. Tutta contenta le dico che le ho preso un libricino. Lei ha fatto subito una faccia nera, ombrata, triste triste. C’è rimasta malissimo. Ha iniziato a dire:

«Lo sai che non mi piacciono i libri! Perché continui a comprarmeli! Io li odio i libri! Anzi non mi comprare nulla! Mi fanno schifo! Io lo so che al mio compleanno mi regalerete ancora libri!»

Insomma una tragedia! Per fortuna io con mia sorella ho una grande empatia e ho capito subito cosa le stava frullando nel suo cervellino:
pensava che io volessi a tutti i costi che lei leggesse, perché secondo me bisogna leggere e che se non l’avesse fatto non avrebbe avuto la mia approvazione; in poche parole non si è sentita accettata nel suo “odiare i libri”.
Allora le ho spiegato che io non volevo costringerla a leggere, ma che secondo me leggere è bellissimo e che io quando leggo provo delle emozioni stupende e che avrei voluto fare provare queste emozioni anche a lei, per questo cercavo un libro che potesse renderle interessante la lettura, congeniale a lei.

Nonostante tutto ha continuato a tenere il muso, però dopo un po’ mi fa «Dov’è il libro?» sempre con tono scocciato (perché comunque ha un caratterino e non vuole assolutamente far vedere che sia possibile che stia cambiando idea), allora gliel’ho dato e zitta zitta se l’è portato dietro il divano. E SE L’È LETTO TUTTO! E HA DETTO CHE LE È PIACIUTO TANTO, CHE È IL SUO LIBRO PREFERITO E CHE SE NE VUOLE COMPRARE UN ALTRO DA LEGGERE! YEEE!!

Missione compiuta, non con pochi sforzi, ma alla fine ce l’abbiamo fatta!

MN

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...